Calamaio: quando i sogni diventano luce

La Lampada nata dalla creatività degli Studenti dell’Università Sapienza di Roma che celebra il Brand Oluce

Newsletter

NEWSLETTER

Resta in
contatto

Diventa una parte vitale della nostra community: iscriviti alla Newsletter ATMOSFERA.

Registrati

Leggi anche

Highlights

Il successo del progetto “Calamaio” risponde perfettamente alla mission del Master in Lighting Design dell’Università Sapienza di Roma, cioè formare professionisti altamente specializzati nel settore della luce che abbiano competenze a 360° gradi nei vari ambiti applicativi di questa disciplina, mettendoli in condizione di esprimere da subito nel concreto il loro talento. La lampada da tavolo firmata dagli studenti Marco Cervelleri, Giulia Di Lorenzo e Giacomo Montini  nell’ambito della settimana di studi dedicata al design di prodotto, è entrata a far parte del catalogo di Oluce ed è stata presentata a Euroluce 2023.

1. I progettisti, da sinistra Giacomo Montini, Giulia Di Lorenzo, Marco Cervellieri - ph. Christian Del Giusto

La storia di Calamaio: design e passione con Oluce

L’apparecchio di illuminazione da tavolo Calamaio è stato progettato nell’ambito della settimana di Master dedicata al design di prodotto, coordinata da me (Floriana Cannatelli) insieme al collega Stefano Sabbatini. L’aspetto più interessante del lavoro è stata la collaborazione e il supporto dello storico brand Oluce; Franco Lettera, intervenuto al Master con una lecture in cui ha ripercorso le tappe principali della sua esperienza in azienda, si è reso disponibile a valutare i progetti elaborati dai ragazzi durante il workshop. 

2. Franco Lettera, Direttore di Oluce, insieme a Floriana Cannatelli, responsabile dell’organizzazione e docente del Master in Lighting Design dell’Università Sapienza - ph. Zoe Leo

A suscitare il suo interesse è stato il progetto di Marco Cervellieri, Giulia Di Lorenzo, Giacomo Montini per una lampada da scrivania in metallo composta da due steli sottili che, ruotando sulla base, consentono ampia libertà di movimento e orientamento della sorgente Led. È così che è nata Calamaio, oggi prodotta nelle colorazioni rosso scarlet, giallo mostarda e nickel nero satinato.

Il Design di Calamaio raccontato dai Giovani Designer

Entusiasti del risultato ottenuto, i ragazzi hanno scelto di condividere la loro esperienza. Inizia Marco Cervelleri: «Grazie alla preziosa esperienza con Oluce ho constatato come la realizzazione di un prodotto sia complessa e affascinante nelle sue diverse fasi. Come progettista, ho potuto seguire e comprendere meglio gli elaborati passaggi che vanno dagli schizzi di concept all’elaborazione progettuale in 3D, alla fase di prototipazione e di ingegnerizzazione, fino alla comunicazione e al marketing. Poter vedere il progetto realizzato ed esposto mi ha dato, oltre che una grande emozione, anche l’opportunità di vivere, osservare e confrontarmi con il mondo del design da una diversa e più matura prospettiva professionale».

3. Calamaio nello stand di Oluce ad Euroluce - ph. Cervellieri

Gli fa eco Giacomo Montini:

«Progettare Calamaio è stato un viaggio stimolante. Siamo stati premiati con il fantastico risultato di avere il progetto in produzione, ho imparato l’importanza del lavoro di squadra, la precisione nel dettaglio e l’importanza delle competenze inerenti la comunicazione. Questa esperienza mi ha ispirato a continuare a crescere e ad aprire nuove opportunità nella mia carriera professionale di lighting designer, in particolar modo nel settore del prodotto».

Il Master in Lighting Design dell’Università Sapienza di Roma

Attivo ormai da 20 anni, il Master ha strutturato sin dalla prima edizione l’intera programmazione didattica, e in particolare le esperienze progettuali dei workshop, sul rapporto diretto con le aziende del settore, con le Istituzioni pubbliche e con i principali studi professionali italiani al fine di verificare e aggiornare le prospettive concrete di inserimento professionale. Sono tanti i progetti concreti elaborati durante i corsi dagli studenti, dalle linee guida per il nuovo sistema di illuminazione del Colosseo al progetto di illuminazione a Led per il Comune di Roma, fino alla più recente Convenzione pluriennale con Areti per la predisposizione di interventi migliorativi sugli impianti di Illuminazione Pubblica di Roma Capitale. 

L’offerta didattica del Master sviluppa le tematiche della progettazione della luce in ogni settore di applicazione, indoor e outdoor, dagli ambiti tradizionali del patrimonio storico artistico fino alle nuove frontiere del digitale.  In questo ampio panorama formativo la progettazione del prodotto riveste un suo ruolo di grande interesse e si sostanzia di progetti innovativi sviluppati ogni anno in collaborazione con le aziende.  A sottolineare la qualità dell’offerta formativa Giulia Di Lorenzo, progettista di Calamaio, dichiara: «Il Master mi ha dato la possibilità di incontrare importanti realtà lavorative che altrimenti non avrei probabilmente mai conosciuto. La struttura didattica e organizzativa del Master è molto attiva nell’intento di creare continue sinergie col mondo del lavoro. Un lavoro di intermediazione prezioso che apprezzo moltissimo e che mi ha davvero aiutata a realizzarmi professionalmente».

Read also..

Persona - BFI
La luce nel cinema classico: volto e primo piano
Luci (e ombre) nelle produzioni cinematografiche della prima metà del '900 e la nascita del primo piano
Read Article
3 Bending-Spoons-Nomade-ph Simone Furiosi
Il Nuovo HQ di Bending Spoons a Milano: un’esplosione di luci e colori
Gli HQ milanesi firmati da Nomade Architettura sono a misura di impiegato: accoglienti, verdi, con spazi per socializzare e micro-sale per la concentrazione.
Read Article